IMU 2020 - :: Comune di Albano Sant'Alessandro (BG) ::

Organizzazione  >  Finanziario e Tributi  >  IMU 2020 - :: Comune di Albano Sant'Alessandro (BG) ::

Esenzione seconda rata IMU anno 2020 01/12/2020

Si informa che i d.l. n. 104/2020 (Art.78), n.137/2020 (Art.9) e n.149/2020 (art.5) hanno previsto l’esenzione dal pagamento della seconda rata IMU 2020 per i proprietari degli immobili nei quali siano svolte attività oggetto di chiusura nelle zone ad alto rischio di contagio (Lombardia) a seguito degli ultimi provvedimenti adottati in relazione all’emergenza Covid19. Per avere diritto all’esenzione é necessario che il proprietario sia anche il gestore dell’attività che viene esercitata all’interno dell’unità immobiliare. Gli articoli di legge e l’elenco dei codici Ateco delle attività esentate sono consultabili nei documenti allegati.

informativa completa
codici ateco allegato 1
codici ateco allegato 2

D.L. n. 104 del 14 agosto 2020 Art. 78

Esenzioni dall'imposta municipale propria per i settori del turismo e dello spettacolo

 

L’art. 78 del D.L. n. 104 del 14 agosto 2020 prevede l’esonero dal pagamento della seconda rata dell’IMU 2020 per le seguenti categorie di immobili:

a) immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali;

b) immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e relative pertinenze, immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate;

c) immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell'ambito di eventi fieristici o manifestazioni;

d) immobili rientranti nella categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate;

e) immobili destinati a discoteche, sale da ballo, night-club e simili, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

 

 

NUOVA IMU 2020 - ART. 1 COMMI 738/783 - LEGGE 27/12/2019 n. 160

La Legge di bilancio 2020 ha abolito la IUC, Imposta Unica comunale, ad eccezione della TARI, e l’ha sostituita con una nuova IMU 2020, a decorrere dal 1° gennaio 2020.
La  nuova IMU 2020  riunisce in un’unica imposta sia l’IMU, in vigore sino al 31/12/2019, sia la TASI e mantiene l’esenzione per l’abitazione principale e le relative pertinenze purché non rientrino nelle categorie catastali A/01 – A/08 – A/09. 
Per l'anno 2020 sono previste due rate  le cui scadenze sono così stabilite:
PRIMA RATA IN ACCONTO: 16 GIUGNO 2020
SECONDA RATA A SALDO: 16 DICEMBRE 2020

Resta in ogni caso nella facoltà del contribuente provvedere al versamento dell’imposta complessivamente dovuta in un’unica soluzione annuale, da corrispondere entro il 16 giugno 2020.

Il versamento della rata a saldo  dell’imposta dovuta per l’intero anno  è eseguito, a conguaglio,  sulla base delle aliquote deliberate per l’anno 2020 - riportate nella sottostante tabella - e pubblicate nel sito internet del Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia e delle Finanze, alla data del 28 ottobre 2020.
L’imposta dovrà essere versata utilizzando l’apposito modello F24.  

imu  

tipologie di immobili aliquote
REGIME ORDINARIO DELL’IMPOSTA per tutte le categorie di immobili oggetto di imposizione non incluse nelle sottostanti classificazioni 9,6‰
Unità immobiliare nelle cat. A/1, A/8 e A/9 adibita ad abitazione principale e relative pertinenze nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7 – Detrazione 5 ‰
Unità immobiliare nelle cat. A/1, A/8 e A/9 adibita ad abitazione principale e relative pertinenze nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7 -  Detrazione rapportata al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione € 200,00
Unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata (art. 3 del Regolamento Comunale) esente
Unità immobiliare (escluse le categorie A/1, A/8 e A/9) adibita ad abitazione principale e relative pertinenze nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7 esente
 Immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D (esclusi i D/10)  10,6 ‰
Fabbricati rurali ad uso strumentale 1 ‰
Immobili costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e gli immobili non siano in ogni caso locati (Beni merce) 1 ‰
Aree fabbricabili 9,6‰
Terreni agricoli  esenti

 

informazioni 
 


25/05/2020

Esenzioni dall'imposta municipale propria-IMU per il settore turistico

L'art.177 del decreto-legge 34/2020 "Decreto Rilancio", in considerazione degli effetti connessi all'emergenza sanitaria da COVID 19, per l'anno 2020, ha esentato dal pagamento dell'acconto dell'imposta municipale propria (IMU):

a) gli immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonchè gli immobili degli stabilimenti termali;

b) gli immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e gli immobili degli agriturismo, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

 


Calcolo IMU 2019